Ott 18

Convertire una partizione da FAT a NTFS con Windows XP

Windows XP supporta indifferentemente sia il file system FAT32 che l’NTFS.

Il file system FAT è ancora notevolmente diffuso (soprattutto per i dispositivi di archiviazione rimovibili) anche se le prestazioni e l’affidabilità dell’NTFS sono piuttosto conclamate.

Da considerare che Windows 98 (e tutti i sistemi operativi MS precedenti) non supportano nativamente l’NTFS.

L’NTFS permette una deframmentazione più veloce, il pieno supporto alla criptazione dei dati, una maggiore sicurezza sotto Dominio.

Per convertire una partizione FAT in NTFS, senza perdere dati si può utilizzare l’applicazione Convert.exe inclusa in Windows XP.

Per accedere al tool di conversione del file system aprire il prompt dei comandi (da Start > Programmi > Accessori) e digitare:

Convert X: /FS:NTFS /V /NoSecurity

dove X: indica l’unità da sottoporre a conversione in NTFS;

/V indica di visualizzare i dettagli dell’operazione in corso;

/NoSecurity impone di non limitare l’accesso ai file convertiti in NTFS.

In seguito a tale comando, vi verrà richiesto il nome del volume (es: Win_XP).

Se l’unità disco non ha assegnato alcun nome, lasciare il campo vuoto e confermare con INVIO.

ATTENZIONE! Anche se la conversione non comporta solitamente alcuna perdita di dati è sempre consigliabile fare una copia di backup dei dati contro qualsiasi accidente.

Ott 14

Dimensione massima partizioni FAT e NTFS

Ecco un elenco delle massime dimensioni di disco utilizzabili con i file system FAT e NTFS:

FAT (FAT12)
32 MB
MS-DOS 3.0
FAT16 2 GB Compaq DOS 3.31, MS-DOS 4.0
FAT32 2 TB (Teorici)
Windows 200 – Windows XP (al max 32 GB)

I file system FAT (File Allocation Table)sembrano ormai essere destinati all’abbandono e completamente sostituiti dai file system NTFS anche se risultano tutt’ora diffusissimi su dischi esterni, penne usb e vecchie macchine.

L’NTFS ( New Technology File System)teoricamente può gestire una qualsiasi dimensione del disco, riducendo la frammentazione e soprattutto è capace di ridurre sensibilmente la probabilità di perdita dati.