Mar 22

Pietro Mennea: per loro, uno del Sud non poteva fare i risultati che ho fatto io

Pietro Mennea

Pietro Mennea

Riportiamo le frasi attribuite alla prima vera Freccia del Sud: Pietro Mennea.

Purtroppo non se ne riporta la fonte ma il testo è allucinante e dai risvolti “lombrosiani”.

…uno del Sud non poteva fare i risultati che ho fatto io […]

Prima dei giochi olimpici del 1972 venne al campo di riscaldamento Gianni Brera, famoso scrittore e giornalista, venne lì e chiese al mio allenatore, posso conoscere Mennea?

Volevano attribuirmi una genetica particolare […],

lui fa: “scusa ti puoi mettere di spalle?”

Io mi misi di spalle e lui mi fa: “scusa ti posso toccare il cranio?”

Comincia a toccarmi il cranio per diversi secondi e alla fine mi fa: “i tuoi avi sono originari della Mesopotamia!!” […]

Poi, con il tempo ho capito perché Gianni Brera aveva fatto questa considerazione, ti volevano attribuire sempre una genetica particolare, invece, noi, veniamo dalla terra della fatica dove per avere una cosa devi sudare più degli altri….

Feb 28

Riconoscere il leghista napoletano

Il leghista a Napoli

Il leghista a Napoli

Chi sono? Cosa fanno? Come vivono?

Sono loro: i leghisti napoletani

Macchiati da una colpa molto più grave di quella di tifare per una squadra del nord, perchè la loro scelta influisce nella vita di tutti i giorni e non in un gioco.

Vediamo come riconoscerli visto che è giusto prenderli in giro come d’altronde hanno già fatto da soli:

  • Il leghista napoletano abita in zone montuose, collinari o comunque al quinto piano del condominio: Gennaro Esposito del piano ammezzato per loro è il nemico.
  • Il leghista napoletano, quando è costretto a mangiare la pizza, di solito la ordina col pesto: al rosso bianco e verde della margherita preferisce un bel verde salubre alla Pontida
  • Il leghista napoletano in friggitoria prende solo gli scagliuozzi di polenta
  • Il leghista napoletano la mattina beve il  e nun ‘o fa’ pe fa’ verè… le piace! (cit.)
  • Il leghista napoletano, quando gioca a fantacalcio, partecipa all’asta per Cavani solo per far alzare il prezzo
  • Il leghista napoletano dice “che ‘a Madunina c’accumpagn”
  • Il leghista napoletano esce sempre di casa con l’ombrello e si commuove quando c’è nebbia sulla tangenziale
  • Alla festa del papà il leghista napoletano mangia le zeppole di Sant’Ambrogio
  • Il leghista napoletano dice che “Van Basten era chiù fort’ ‘e Maradona”
  • Il leghista napoletano si lamenta perchè Napoli è piena di napoletani
  • Il leghista napoletano tifa Avellino non solo per dispetto ma anche per una certa affinità con i suoi colori sociali

Che dire, contenti loro… e noi paghiamo!

Elenco estrapolato da www.canalenapoli.it , diritto di riproduzione parziale con obbligo di citare la fonte
Feb 13

CIAO CARMELO!

Carmelo Imbriani

Carmelo Imbriani

La Gazzetta e TuttoNapoli dicono che  Carmelo Imbriani ci ha lasciato mentre da Sky il fratello dice che è ancora in fin di vita, non parlerò comunque della sua malattia, preferisco  ricordare quando giocava e segnava in un Napoli post Maradona e all’inizio del periodo più nero della storia della squadra campana.

Io ero poco più di un adolescente e lui con qualche anno in più e quella maglia mi faceva sognare.

Ciao Carmelo!

Gen 29

Luci a San Ciro (piccola dedica a Portici)

Visto che sulla guida di Napoli della De Agostini indicano piazza San Ciro a Portici come piazza San Siro – l’avrà scritta un milanese – trovo giusto rubare al grande Vecchioni il testo base della canzone “Luci a San Siro”.

La canzone è in prima persona e parla di un porticese che lavora a Milano (non è autobiografica).

Hanno ragione, hanno ragione
han detto: “E’ terùn ogni cosa che sta là,
vieni in piscina col tuo costume”,

Luci a San Ciro (Piazza San Ciro)

Luci a San Ciro (Piazza San Ciro)

“ma è del mare che ho voglia
se non l’hai capito già!”
E che gli dico:”Guardi non posso,
che quando passeggio
passeggio lungo il viale suo,
magari anche fra le sue auto
ma ho sempre camminato pieno di felicità”

Luci a San Ciro di quella festa
che c’è di strano siamo stati tutti là,
ricordi il suono della sua banda?
Tu a imitare con la bocca il giro in LA.
Ma stai barando, tu stai cantando,
così non vale, è troppo facile così
trovarti girarti giocare a pallone
Nella tua piazza con il caldo che fa li.

Per il lavoro emigro, mi han messo sul mezzo
non son capace più di dire un solo no
Ti vedo in foto e ti vorrei dire
ma tanta strada in mezzo a noi che cosa fa?
Fa la mia vita, fa la tua storia
tanto doveva prima o poi finir così
crescevo e ora a forza devo lavorare
ora l’ho capito, mi son qui per laurà.

Scrivi Vincenzo, scrivi programmi
che più ne scrivi più sei bravo e fai danè
tanto che importa a chi li utilizza
se lì sei nato e non sei nato qui al nord?
Fatti pagare, fatti valere
più picchi i tasti più ti dicono di si
e se hai le dita anchilosate che importa
tienile chiuse e nessuno lo saprà.

Portici mia portami via, fa tanto freddo,
ho l’artrosi e non ne posso più,
facciamo un cambio prenditi pure
quel po’ di soldi quel po’ di prosperità
ma dammi indietro la mia cinquecento,
i miei vent’anni e quella piazza che tu sai
Milano scusa stavo scherzando,
feste a San Ciro non ne vedrò mai più.

 

(ho ripreso un mio vecchio post pubblicato su un altro blog nell’ottobre 2010)

Licenza Creative Commons
Questa opera è licenziata come Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.5 Italia License.

Set 17

L’unione eruopea propone di farsi carico del registro tumori Campania

Tratto dal profilo dal profilo del Prof. Marfella con l’obbligo morale della massima diffusione!

DA ASSESSORE MARCO ESPOSITO RICEVIAMO:
CATENA UMANA DAVANTI AL PASCALE – REGISTRO TUMORI! UN NOSTRO DIRITTO

BRUXELLES– “Ciò che sta accadendo in queste ore in Campania ha il sapore dell’assurdo. La salute dei cittadini non può passare in secondo piano per una mera questione di riduzione delle spese, archiviato alla voce – disavanzo sanitartio -”. Questa la reazione stamane del Primo Vicepresidente Vicario del Parlamento Europeo Gianni Pittella sulla questione del Registro dei Tumori della Campania.“I comitati di cittadini che stamane hanno invocato la convenzione di Aarhus riceveranno il sostegno dell’Unione e ci attiveremo sin da subito per individuare tutte le possibili soluzioni – ha proseguito l’On. Pittella – Già nella mattinata di domani provvederò a rappresentare le istanze dei cittadini campani presso la Commissione dell’UE e chiederò ai nostri tecnici di individuare la possibilità che il percorso sia finanziato nell’ambito dei programmi europei”. Poi entrando nel vivo della questione ha dichiarato: “Il registro in Campania, più che altrove, rappresenta uno strumento necessario e fondamentale per la tutela della salute dei cittadini che hanno il diritto di conoscere lo “stato” delle cose. Confido, comunque, nel Governo Monti affinchè torni sulla questione e compia una scelta di coscienza e di giustizia”. Il Vicepresidente ha poi assicurato che nei prossimi giorni sarà in Campania per incontrare i comitati civici e il Prof. Marfella per assicurare la sua vicinanza e aggiornare i cittadini sulle evoluzioni in sede europea. Intanto per domani è prevista la prima iniziativa di protesta alla quale prenderà parte, oltre i comitati civici e diversi esponenti del mondo scientifico, anche il responsabile regionale dell’organizzazione Prima Persona, fondata proprio da Pittella, Marco Esposito, assessore al Comune di Napoli. E sempre dalle sezioni di Napoli e Salerno dell’associazione Prima Persona viene annunciata una nuova iniziativa: “ Da martedì lanceremo una campagna stampa a cui già stanno aderendo diverse testate giornalistiche ed una raccolta firme per chiedere al Governo di fare dietrofront”, dichiara Alfonso Gentile responsabile cittadino dell’organizzazione.

resgistro tumori Campania

resgistro tumori Campania

“ E’ un atto incomprensibile che non può essere accettato da chi vive in un territorio investito negli ultimi trent’anni da un disastro ambientale mai contrastato”, conclude Roberto Viscido, responsabile della sezione salernitana. A sostenere la creazione del registro si è, infine, mobilitato anche il volontariato campano “Stiamo invitando tutte le associazioni del territorio – spiega Giuseppe De Stefano Presidente del Centro di Servizio per il Volontariato di Napoli – a mobilitarsi per fare si che il Governo ritorni sulla propria scelta”.
Confine Afragola-Casoria 25/08/2012 Le fumarole tossiche e nauseabondi che fuoriuescono dal terreno sopra la discarica del Cantariello. La discarica del cantariello è un sito individuato come posto di stoccaggio provvisorio di rifiuti durante l’emergenza rifiuti in Campania e poi abbandonato a se stesso.

Set 12

L’Extraterrone – 1000 mi piace contro il razzismo

Extraterrone

Extraterrone

Ci sono iniziative che vale la pena promuovere col massimo impegno anche se magari nascono da una semplice scommessa.
C’è l’impegno di persone, come quelle che lavorano quotidianamente a Vengo dal Sud, che mirano a ristabilire una verità cancellata a colpi di razzismo e ignoranza.
E’ il caso della pagina l’Extraterrone che, senza commenti ulteriori, snocciola statistiche su statistiche prese dalle fonti più attendibili.
Tutto nasce da una scommessa con il solito leghista di Varese convinto che una pagina dedicata alle sole statistiche che mostrano la verità su nord e sud non avrebbe raggiunto i 1000 mi piace entro dicembre 2012.
Ho contattato chiedendo al gestore della pagina di scrivere qualcosa per Vengo dal Sud commentando le statistiche ma mi ha gentilmente risposto che fino alla fatidica data di fine scommessa non vuole commentare le statiche tenendo fede alla scommessa originale.
Al momento la pagina è poco al disotto degli 800, che facciamo, lo aiutamo? A noi di Vengo dal Sud sicuramente “Mi Piace”!

pagina Facebook: http://www.facebook.com/pages/LExtraterrone/384298608283393

Set 08

I contrabbandieri di sigarette su iPhone

Gioco dei contrabbandieri per iPhone

Gioco dei contrabbandieri per iPhone

Il gioco sarebbe bello se durasse poco… e come al solito si gioca  col triste passato di una città – Napoli – che negli anni 80 è stata considerata la capitale italiana del contrabbando di sigarette.

Certo, anch’io ricordo ancora i “bancarielli” in ogni angolo della città e a volte tranquillamente di fianco alle tabaccherie.

Certo anch’io ricordo quando quei bancarielli improvvisamente commutavano la vendita a pane e taralli alla comparsa di un finanziere (anche se non capivo il perchè vista la mia giovane età).

Fatto sta che una piccola società di Napoli (da LinkedIn pare che abbia come unico dipendente tal Paolo D.), la Born Lucky Studio, ha creato un gioco per iPhone chiamato iSmuggler che consiste nell’immedesimarsi in contrabbandieri di sigarette e sopravvivere a varie missioni.

Il motto di presentazione del gioco è “TI INSEGNA A VIVERE!” e i panni da vestire sono quelli del contrabbandiere un po’ sulla falsa riga ideologica di GTA.

Nello scrivere l’articolo ed esprimere le mie personali opinioni sono conteso tra il criticare l’atto di rinvangare un male che è stato fortemente radicato a Napoli e l’appoggiare invece l’inizativa di uno sviluppatore/società napoletano.

Augurando successo comunque a questa piccola realtà mi permetto di consigliare, nella prossima versione del gioco, l’aggiunta della “modalità finanziere” in cui, una volta arrestato il contrabbandiere, compaia la scritta “hai totalizzato xxx punti per il bene della tua città”.

Il gioco è disponibile sull’App Store a meno di 1 euro, tutte le informazioni ufficiali invece sono alla pagina ufficiale di iSmuggler.

Ago 31

Sorteggio Europa League per il Napoli: Le fasce

UEFA Europa League

UEFA Europa League

Stasera il Napoli conoscerà le squadre che dovrà affrontare nel suo cammino europeo in Europa League, per i nostalgici la vecchia Coppa Uefa.

Quest’anno le squadre saranno molto più motivate grazie al raddoppiamento degli incentivi per le vittorie e i passaggi di turno.

Dopo la Coppa Itali -a e moralmente la Super Coppa – sarebbe bello aggiornare anche le immagini in bacheca di questo trofeo comunque importantissimo.

La prima partita è prevista per il 20 settembre.

             FORZA NAPOLI!

PRIMA FASCIA

Atletico Madrid 100.837
Inter 104.996
Lione 94.835
Liverpool 90.882
Marsiglia 85.835
Sporting Lisbona 82.069
Psv Eindhoven 76.103
Tottenham 66.882
Bayer Leverkusen 60.037
Bordeaux 58.835
Twente – 57.103
Stoccarda 55.037

SECONDA FASCIA

Basilea 53.360
Metalist  52.526
Panathinaikos 50.920
Athletic Bilbao 47.837
Copenaghen 46.505
Fenerbahce 41.310
Rubin Kazan 40.566
Napoli 39.996
Udinese 38.996
Club Brugge  35.480
Hapoel Tel Aviv 31.400
Hannover 31.037

TERZA FASCIA

Lazio 29.996
Steaua Bucarest 26.764
Sparta Praga 25.570
Rosenborg 20.935
Newcastle 16.882
Young Boys 16.860
Levante 16.837
Genk 16.480
B. Monchengladbach 15.037
Partizan Belgrado 14.350
Viktoria Plzen 14.070
Dnipro  14.026

QUARTA FASCIA

Helsinborg 12.680
Maritimo 12.569
Rapid Vienna 12.265
Academica 11.069
Anzhi 9.566
Maribor 6.424
Aik Stoccolma 5.680
Ael Limassol 5.099
Hapoel Shmona 4.400
Molde 3.935
Fehervar 3.450
Baku 2.241

Lug 15

Dylan Dog: un fumetto tutto napoletano

Fumetto Dylan Dog - mannagg a culonn

Fumetto Dylan Dog - "mannagg a culonn"

Nei suoi fumetti si presenta come l’indagatore dell’incubo, ma cosa può succedere se Dylan Dog inizia a parlare il dialetto napoletano e gli incubi che deve affrontare sono quelli tutti reali dell’Italia di oggi?
L’idea nasce dalla fantasia di Francesco Burzo e sta letteralmente spopolando sul famoso social network Facebook con la pagina Copertine rivisitate di Dylan Dog che vanta ad oggi oltre 9000 “mi piace”.
L’idea è apparentemente semplice ma con un risultato davvero esilarante: sostituire i titoli originali delle più famose copertine dell’opera di Tiziano Sclavi  con poche semplici parole in dialetto affrontando temi di attualità e ironizzando su quelli che sono i problemi della nostra Italia.
Francesco Burzo è impegnato in diversi progetti, tra i quali “impara l’arte e giocatela a carte” , dove si occupa di “rivisitare” in chiave comica le opere d’arte, inoltre scrive dialoghi di cabaret per alcuni comici e quindi ora non ci resta che scoprire cosa ci riserverà per noi di “Vengo dal Sud”.