L’Araba Fenice

Una piccola dedica al blog presente, anche su Poesie e Racconti.

L’Araba Fenice

Ci son fuochi che non si possono spegnere,
Ci son notti impossibili da illuminare.

Uccidimi, uccidimi,
Così che io possa ritrovarmi.
Guarda queste ali spiegate al cielo
Come si spiega la morte all’uomo.

Uccidimi, uccidimi,
Così che possa ritornar più vivo.
Ci son fuochi che si spengono soffiando,
Ci sono fuochi che crescono col vento.

Uccidimi, uccidimi
Che possa riscoprirmi vero,
Ma uccidimi bruciandomi
Per fare che sia vento
Anche il tuo più piccolo sospiro.

scritta il 22/05/2009 da Vincenzo Scognamiglio

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.