Poesia dei colleghi di Matrix

Poesia dei colleghi di Matrix ad opera principale di Stefano Dellafiore:

Vincenzino valoroso,

si prepara alla battaglia

pochi giorni e sarà sposo

quale premio, qual medaglia!

Lo vedrem tutto compunto

impettito e azzimato…

non capisce qual è il punto

A Vincè: mo sei fregato.

Con gli amici, il parentado

ed il prete a benedire

oramai è tratto il dado

e non sai dove fuggire.

Ecco il Prete, la lontano

e giù dal fondo arriva Lei

che ti dona cuore e mano..

fossi in te io scapperei!

La sua sposa è uno splendore

e felice lui sarà

per dar gioia al di lei cuore

il conto in banca svuoterà.

Detto questo, altro non dico

e con sentimenti puri,

Scognamiglio, caro amico

da noi tutti tanti auguri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *